A te, che assorto ad ascoltare il mare... | AforismiCitazioni.it

Frase di Thea Matera

Leggi tutte le frasi di Thea Matera

A te, che assorto
ad ascoltare il mare
ancorato ad una stella
mai tacesti parola
che non fosse terra,
il luminìo di acque
sugl'infebbrati frutti,
sulle colline avvolte.
Anima in tumulto
cuspide la ruga sullo specchio,
affiora dai disciolti nimbi
la fievole apparenza,
il segno del prodigio
nel cuore di una viola...
e quell'amore
che non fu mai gancio
ma fuggente desiderio,
inafferrata felicità,
agognato sorso.


L'HISTOIRE D'UNE VIE
( A Cesare Pavese)

Inserita il 15/09/2022 alle ore 15:03

Commenta questa frase

Commenta

Cerca frasi, autori, film, etc...

Thea Matera su Amazon

Altre frasi di Thea Matera

Frasi di Thea Matera
Autore Thea Matera

Carteggi Perpendicolari è un'originale silloge poetica che appare, nel suo insieme, elegante movimento di immagini sfocate, stilizzate metafore, una poetica che si apre su una vastità di emozioni impalpabili, minutamente cesellate in intellegibili fermoimmagine; una raccolta di versi criptica, surreale, in cui tracce ermetiche si fondono a frammenti di memoria, evocati dal suono del mare che irrompe e riveste di nuova luce la radura desolata, del vento, di alberi frondosi, di vie riposte, sconfinate piazze avvolte dai colori stesi di cieli accesi, di albe accecanti, di profumi che riempiono le stanze. Singolare lettura della realtà, a tratti visionaria, dove lampi di astrattismo trasformano volti, paesaggi, i contorni netti dello spazio esterno sul fil rouge di dimensioni oniriche; una scrittura estemporanea, sperimentale sentiero traversato da silenzi, dalla luce del Creato, sottili geometrie. La poesia diventa tenace gancio, la pausa, pura espressione di paesaggi incontaminati dell'anima, l'abbraccio che trattiene e salva, che accarezza e schiude l'anima, nel movimento difforme del tempo e dello spazio. I colori del mondo nutrono il cuore in una dimensione di pace, di profonda connessione con la natura, la musica sospinge vele annodate, la quiete disseta il pensiero, placa le voci di città sonnolenti, la vile impazienza, i voli declinanti. La parola è il dono corallino, lo sprazzo puro, la spontaneità del verso, il guizzo oltre il margine del rigo.

Inserita il 23/04/2022 alle ore 15:30









Categorie e Frasi correlate
















Partecipa alle ultime discussioni

Scritto da Cristiana
Il 26/01/2023 alle ore 00:52
La differenza tra una buona azione e una cattiva è spesso sottile e a volte può essere difficile da riconoscere. Tuttavia, credo che la coscienza ci dia un segnale immediato o subito dopo l'azione, sia in forma di soddisfazione o di rimorso.


Scritto da Monica86
Il 25/01/2023 alle ore 14:11
In questo mondo frenetico siamo sempre alla ricerca di nuove cose da possedere o risultati da raggiungere. Quando invece, forse, dovremmo rilassarci un attimo e godere semplicemente di ciò che abbiamo, senza l’ansia di pensare sempre ad altro.


Scritto da Utente anonimo
Il 25/01/2023 alle ore 09:43
Mi chiedo se questo magistrato sia degno del suo ruolo



Registrati su AforismiCitazioni.it

La registrazione è gratuita e ti permette di lasciare i tuoi commenti sotto alle frasi, partecipare alle discussioni già avviate e inviare i tuoi aforismi alla redazione.
Registrati adesso

Dal Blog



Copyright "AforismiCitazioni.it" 2012/2023 - Contatti | Feedback | Privacy
Tutti i diritti sui testi contenuti nel sito sono di proprietà dei rispettivi autori.