5 strategie di successo per lasciarsi finalmente alle spalle la zona di comfort

La familiarità e l’assenza di stress o tensione sono caratteristiche che definiscono l’essere all’interno della nostra unica zona di comfort. Tuttavia, i nostri più grandi risultati e successi sembrano tipicamente accadere, in quel momento, quando abbiamo deciso di muoversi al di fuori di essa. È in quei momenti in cui stiamo agendo o realizzando qualcosa che ci spinge al di là di quelle aree che ci sono già familiari o comode, che otteniamo i nostri più grandi successi. Di solito c’è anche una sorta di elemento stressante coinvolto, ma è un tipo di stress che poi siamo contenti di aver sperimentato per raggiungere un nuovo livello di successo nella nostra vita, mai sperimentato prima.

È stata una sfida per me, in particolare con il passare degli anni, uscire dalla mia zona di comfort. A volte, trovo che sono meno disposto a prendere i rischi per i quali avrei facilmente optato, per esempio, durante i miei primi vent’anni. Penso che questo sia il motivo per cui è ancora più importante, man mano che si invecchia, fare una pratica regolare di muoversi fuori da quella che è diventata la nostra attuale zona di comfort. Queste sono cinque strategie che mi hanno aiutato a fare proprio questo.

1. Impegnarsi in qualcosa di nuovo

Prendi la decisione di fare qualcosa di nuovo. Potrebbe essere una nuova carriera, un corso, un cambiamento di luogo, un modo diverso di vedere il mondo, ecc. Pensate a qualcosa che avete sempre voluto provare e poi prendete l’impegno di seguirlo e perseguirlo. Tuttavia, evitate la tendenza a dedicare troppo tempo a riflettere sui pro e i contro di impegnarvi in quella nuova cosa nella vostra vita che avete sempre sognato di realizzare un giorno. Prendete una decisione informata, con tutti i mezzi.

Tuttavia, se stai considerando qualcosa da molto tempo, è probabile che tu abbia già riflettuto a lungo sul fatto che questo sia qualcosa che vuoi davvero nella tua vita o no. Impegnati ora piuttosto che dare alla mente il tempo di trovare delle ragioni per cui non dovresti andare avanti. La mente fornirà sempre ragioni per cui non può essere fatto. Questo è il tuo tempo e il tuo momento, ci hai pensato abbastanza, ora vai fino in fondo.

2. Agire

Mi piace il concetto di Mel Robbins della “Regola dei cinque secondi”. Sostanzialmente raccomanda di agire rapidamente una volta che si è presa una decisione su qualcosa che si vuole fare o raggiungere. Essere orientati all’azione è la chiave per portare a termine un impegno che abbiamo preso con noi stessi. Fate il primo passo il più velocemente possibile verso il vostro nuovo impegno. Fate in modo che quell’azione sia diretta esattamente verso quelle paure o momenti di esitazione. Aspettare troppo a lungo ci porterà spesso a tirarci indietro. Di conseguenza, potremmo non salire mai verso quei nuovi livelli di successo lungo il nostro viaggio. Quel primo passo d’azione è così critico per far accadere qualcosa. Possono essere cinque secondi o un po’ di più, ma non prendete troppo tempo, piuttosto agite su ciò che avete promesso a voi stessi.

“La cosa più difficile da fare è lasciare la tua zona di comfort. Ma devi lasciare andare la vita che ti è familiare e correre il rischio di vivere la vita che sogni.” -T. Arigo

3. Mettere i freni alla procrastinazione

La procrastinazione è mortale per raggiungere il successo. Insiste nel rimanere nella nostra zona di comfort per ora, ma ci assicura che in una data successiva andremo davvero avanti e raggiungeremo ciò che ci siamo promessi. La realtà è che probabilmente non lo faremo. Fai quella cosa che sai che ha più bisogno di essere fatta per arrivare dove vuoi essere. Che cos’è? Fai un passo ora per smettere di rimandare quel sogno o visione per la tua vita. Quel passo e la fine della procrastinazione immediatamente nel momento può essere l’esatta spinta necessaria per uscire dalla zona di comfort. Potrebbe anche portare un incredibile senso di sollievo sapendo che finalmente hai smesso di aspettare a causa della paura e ti sei effettivamente mosso verso un nuovo livello di successo, opportunità e visione per la tua vita.

4. Considerare il cambio di indirizzo

Non è sempre possibile, lo capisco. Tuttavia, a volte impegnarsi in qualcosa di nuovo richiede anche di fare proprio questo, ma da un’altra parte. Per me, un luogo in cui ho già vissuto, lavorato o sono cresciuto ha un sacco di associazioni, e con queste, le sue stesse limitazioni incorporate. A volte creano una barriera inutile e invisibile ai potenziali risultati futuri. Non è sempre così, ma a volte un nuovo luogo equivale anche a un nuovo inizio. Se non altro, la novità e la nostra non familiarità con il luogo creano una sensazione di opportunità fresche, nuove, eccitanti e diverse.

Non siamo consapevoli delle limitazioni e non abbiamo pregiudizi preesistenti verso il luogo, idealmente. Questo ci dà l’opportunità di ricominciare da capo insieme ai nuovi obiettivi e livelli di successo che speriamo di raggiungere. È qualcosa da considerare e può anche risultare nell’incontrare nuove persone, ottenere nuove possibilità e andare avanti in modi che non ci siamo mai aspettati o sperimentati prima.

5. Adottare più spesso un “Approccio al lavoro”.

Shonda Rhimes ha ragione con il suo concetto di “Anno del sì”. Se non dicessimo subito di no alle possibilità che ci vengono presentate, dove ci porterebbe? Data la brevità della vita, non dovremmo scoprirlo più spesso? Forse siamo più inclini a dire di no in generale e abbiamo anche una buona lista di ragioni per farlo. Potrebbe essere semplice e banale come non voler uscire al freddo di notte per incontrare un nuovo amico in un caffè.

Il nostro primo istinto sembra schierarsi con la nostra comodità. Tuttavia, e se invece dicessimo: “Facciamolo”, e seguissimo queste nuove possibilità. Potrebbe portare a una nuova connessione, opportunità o esperienza che ci porta avanti verso un nuovo livello di successo che forse stavamo aspettando da tempo. Essere semplicemente aperti alle possibilità ed essere disposti a rischiare più spesso facilita il movimento in avanti. Dire “no” chiude la possibilità, chiude la porta e con essa qualsiasi possibilità futura con rapidità.

Se reagiamo contro l’istinto riflessivo di dire “no”, e invece abbracciamo un “Facciamolo Approccio”, possiamo sorprenderci con nuovi gradi di successo che prima non avremmo potuto immaginare.

Conclusione

Non è sempre facile uscire dalla nostra zona di comfort. Tuttavia, alcuni dei nostri più grandi successi spesso si trovano proprio al di là di essa. Piccoli passi possono essere utili per fare quella transizione per noi stessi. Impegnarsi in qualcosa di nuovo che abbiamo sempre immaginato per noi stessi è un inizio seguito da un’azione, per quanto piccola. Costruisce lo slancio e ci fa muovere nella direzione in cui vogliamo andare.

Mettere un freno alla procrastinazione è utile per considerare cosa possiamo fare ora, piuttosto che domani, o in qualche altra data indefinita per avvicinarci al nostro destino. Cambiare luogo può anche fare la differenza tra un luogo con barriere invisibili al nostro successo e uno che è un regno aperto di possibilità. Infine, adottare un approccio del tipo “facciamolo” e rimanere aperti alle possibilità può portarci a cose e livelli di successo che forse non avevamo mai immaginato per noi stessi.

Commenta questo articolo