Recensione: Ultimo respiro di Robert Bryndza

La detective Erika Foster è tornata in Ultimo respiro e Bryndza offre un altro emozionante thriller poliziesco, di seguito la recensione.

Descrizione del libro

E’ il tuo appuntamento perfetto. Sei la sua prossima vittima.

Quando il corpo torturato di una giovane donna viene trovato in un cassonetto, con gli occhi gonfi e i vestiti sporchi di sangue, la detective Erika Foster è una delle prime ad arrivare sulla scena del crimine. Il problema è che questa volta non è il suo caso.

Mentre lotta per assicurarsi il suo posto nella squadra investigativa, Erika non può fare a meno di farsi coinvolgere e trova rapidamente un collegamento con l’omicidio irrisolto di una donna quattro mesi prima. Scaricate in un luogo simile, entrambe le donne hanno ferite identiche – un’incisione fatale all’arteria femorale.

Perseguitando le sue vittime online, l’assassino perseguita giovani donne carine usando una falsa identità. Come farà Erika a catturare un assassino che non sembra esistere?

Poi un’altra ragazza viene rapita in attesa di un appuntamento. Erika e la sua squadra devono arrivare a lei prima che diventi un’altra vittima morta, e, trovarsi faccia a faccia con un individuo terribilmente sadico.

Aggrappato, teso e impossibile da mettere giù, Ultimo Respiro la farà sbattere sul bordo del suo sedile, correndo verso l’ultima pagina drammatica.

Si è conquistato una fama incredibile con il suo thriller d’esordio, La donna di ghiaccio, che in pochi mesi ha scalato le classifiche ed è in corso di traduzione in 30 Paesi

Le mie impressioni

Prima di entrare nel vivo della Recensione di Ultimo respiro, vorrei partire con una premessa: questo è il quarto libro della serie di Erika Foster, ma sì, si può leggere questo libro come un libro a sé stante – penso all’intera serie, questo può probabilmente funzionare meglio come un libro a sé stante, non abbiamo così tanto della vita personale di Erika in questo nuovo libro come avevamo nel libro precedente – ‘Dark Water’ – in modo da non avere quella sensazione di ‘lasciato fuori dal giro’ che spesso arriva quando si inizia una serie qualche libro più in la. Detto questo, non potrò mai sottolineare abbastanza, che si dovrebbe leggere l’intera serie in ordine, ogni libro è emozionante e per seguire i retroscena di tutti i personaggi, è meglio iniziare con il primo libro – “La donna di ghiaccio“.

Una serie agghiacciante di omicidi, giovani ragazze vengono mutilate, uccise e scaricate. Erika guida la squadra (che ho imparato a conoscere e ad amare) sul caso. La trama è coinvolgente e agghiacciante per tutto il tempo – scopriamo abbastanza presto chi è l’assassino, ma questo ha aumentato la tensione perché riusciamo a vedere quanto la squadra sia vicina a catturare questo assassino, eppure non riescono ad avvicinarsi abbastanza.

Quello che mi piace molto di questo libro [e della serie] è che ha una trama forte e dei personaggi forti, uno non dipende dall’altro per fare un buon libro, il che significa che questo libro mantiene la vostra attenzione per tutto il tempo, non ci sono momenti di noia. Mi è piaciuto molto lo sviluppo dei personaggi, di Erika in tutta la serie e in Ultimo respiro vediamo un nuovo lato di Erika, uno che la mostra in una luce, forse, più vulnerabile, pur essendo determinata, imperfetta e simpatica – non si può fare a meno di fare il tifo per lei. L’ho già detto e lo ripeto, Erika è uno dei miei detective di finzione preferiti e anche se mi è piaciuto molto questo libro, ho preferito il libro precedente – ‘Dark Water’ – per il semplice fatto che in questo libro non vediamo molto della storia di Erika e della sua vita personale. Per le masse, questo libro ha un’adeguata quantità di “retroscena”, ma potrei leggere un intero libro, senza un caso, solo sulla vita personale di Erika, quindi non pensate, non si può avere una visione della sua vita personale qui perché la si ha – è solo una mia preferenza personale, e io che sono un po’ ossessionato da Erika Foster!

C’è una nota di Bryndza alla fine del libro e in parte chiede ai lettori cosa pensano che dovrebbe succedere dopo – vogliamo che Erika e Peterson si sistemino e vivano felici e contenti? Il passato di Erika dovrebbe tornare a perseguitarla? Quindi, signor Bryndza, mi piacerebbe che Erika e Peterson si sistemassero insieme, ma entrambi devono continuare a lavorare per la Squadra Investigativa Omicidi, ed è quasi impossibile superare il suo passato, quindi sì, il passato di Erika dovrebbe sicuramente tornare a perseguitarla. È una protagonista tosta e sono sicuro che se la caverebbe benissimo!

Questa è una delle mie serie poliziesche preferite; la consiglio vivamente agli appassionati di procedure di polizia e di thriller polizieschi. In italia uscirà il 1 giugno, potete già prenotare il nuovo libro su Amazon.

La serie “Detective Erika Foster” in ordine:

  1. La donna di ghiaccio
  2. La vittima perfetta
  3. La ragazza nell’acqua
  4. Ultimo respiro

Sito web ufficiale dell’autore: Robert Bryndza

© Riproduzione riservata aforismicitazioni.it